RISK-ON/OFF – Settimana n. 24 – 13 Giugno 2016


REPORT RISK-ON/OFFSettimana n. 24 – 13 Giugno 2016

Disclaimer
I contenuti rappresentati in queste pagine non costituiscono servizio di consulenza finanziaria né sollecitazione al pubblico risparmio. Poiché le indicazioni riportate vengono fornite con scopi meramente informativi, si declina qualsiasi tipo di responsabilità a carico degli autori per le eventuali conseguenze negative che dovessero derivare da un’operatività fondata sulla loro osservanza. È possibile che chiunque partecipi alla redazione di queste pagine sia direttamente interessato all’andamento dei mercati analizzati. Per quanto venga posta la massima attenzione all’esattezza di quanto pubblicato, non si può escludere l’assenza di errori su quanto elaborato manualmente, su quanto generato direttamente da prodotti on-line e off-line, su dati e quotazioni utilizzati e/o esposti. Non è possibile, inoltre, effettuare alcuna forma di controllo sulla veridicità e attendibilità di notizie/report riportati nelle varie sezioni. L’utilizzo dei dati e delle informazioni come supporto di scelte di operazioni di investimento è a completo rischio dell’utente, che deve essere assolutamente consapevole della pericolosità insita nelle operazioni sui mercati finanziari e sul forex in particolare.


Market overview

Il quadro intermarket analizzato su Time Frame Daily conferma che è in atto una fase Risk-Off del mercato del rischio.

Le chiusure della scorsa ottava dei principali market mover (USDJPY, S&P500, DAX, GOLD) confermano tale impostazione. 

Da monitorare con attenzione l’indice americano che dopo aver testato un importante resistenza ha confermato in maniera decisa la fase di Risk Off con il break out del supporto strategico in area 2.120 punti. Da segnalare durante la scorsa ottava la perdita per varie sedute delle classiche correlazioni intermarket soprattutto relativamente al cross EURUSD Vs USDJPY e nel contempo riponiamo attenzione alla tenuta del Liv statico supportivo di lungo periodo su USDJPY in area 105.50.


TABELLA DINAMICHE RISK-ON/OFF

 

Tabella di riepilogo degli Asset Majors inseriti nel contesto Intermarket con valutazione delle evidenze di analisi tecnica & PDT-Pattern (Paciello Divergence Trading).


EURUSD

 

 

Nelle ultime settimane dopo aver rotto importanti livelli tecnici come il supporto in area 1,1370 e successivamente il 38,2% dei livelli di Fibonacci il cross pur non testando l’importante area supportiva posta sul valore 1,1070 ha allungato fino ad area 1,1477 per ritracciare nuovamente in area 1,1252

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI posizionato di poco al di sopra della “0” line

Divergenze: nessuna divergenza o logica divergenziale di rilievo

Resistenze e Supporti: resta l’importanza del supporto strategico in area 1,1070 che non è stato testato; Resistenza di rilievo posta in area 1,1397 circa

Operatività e target: stante la situazione tecnica è importante attendere il test di rilevanti area supportive (1,11) o resistenziali (1,13) per posizionamenti sul cross.


USDJPY

 

 

Il cross ha chiuso l’ottava confermando la fase di Risk OFF rompendo al ribasso l’importante supporto in area 106,20

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in posizione di ipervenduto

Divergenze: il cross non presenta nessuna divergenza o logica divergenziale di rilievo

Resistenze e Supporti: supporto di elevato rilievo strategico in area 105.40 corrispondente a precedente area supportava statica e area di Max relativi evidenti su Time frame Settimanale;          resistenza di rilievo tecnico in area 109,80 circa

Operatività e target: in sintesi a meno di rimbalzi tecnici che non muterebbero al momento il quadro generale di breve-medio in Risk-OFF, attenzione alla rottura del Liv chiave citato 105,40.    Solo una robusta tenuta del Liv chiave sopra si può ipotizzare una ripresa della fase di Risk-On.

 


S&P 500

 

 

Indice da monitorare con la consueta attenzione vista l’importanza che riveste nel determinare l’andamento dei mercati finanziari a livello globale. Nella scorsa ottava ha testato l’importante resistenza in area resistenziale a 2120 punti

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in posizione di ipercomprato

Divergenze: presenza di evidente divergenza ribassista

Resistenze e Supporti: resistenza di rilievo strategico in area 2.120 punti; supporto di rilievo in area 2075 circa

Operatività e target: la presenza della divergenza ribassista ed il break out del supporto strategico in area 2.120 indicherebbero un entrata short con primo target il 23,6% di Fibonacci e secondo target il 38,2 di Fibonacci


DAX 30

 

La configurazione tecnica dell’indice tedesco conferma la fase di Risk-Off con il test di un importante livello di ritracciamento di Fibonacci (38,2%)

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in ipervenduto

Divergenze: nessuna logica/divergenza di rilievo

Resistenze e Supporti: supporto di rilievo è rappresentato dal 38,2% di Fibonacci in area 9.735 circa;

Operatività e target: per chi è in posizione short il primo target è rappresentato dal supporto in area 23,6 di Fibonacci. La tenuta del livello 38,2% di Fibonacci potrebbe invece indicare un ingresso long con target il 50% di Fibonacci. La situazione globale comunque suggerisce di operare con eccesso di prudenza.


OIL

 

 

Il petrolio, che da inizio anno è stato il vero market mover, ha rotto un primo importante supporto strategico in area 49,700 circa.

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI ha rotto la “0” line del CCI

Divergenze: nessuna divergenza o logica divergenziale di rilievo

Resistenze e Supporti: supporto in area 46,55€ circa

Operatività e target: per chi è in posizione short il prossimo target è in area 46,55€ corrispondente anche al 23,6% di Fibonacci. Se raggiunto tale livello sarà da verificare la tenuta del supporto per successive valutazioni


GOLD

 

 

A conferma della fase di Risk-Off in atto il gold ha rotto una’altra importante resistenza in area 1.263 circa

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI posizionato al di sopra della “0” line del CCI

Divergenze: nessuna divergenza/logica divergenziale di rilievo

Resistenze e Supporti:resistenza in area 1.290,40€/oncia circa

Operatività e target: per chi è in posizione long il target è rappresentato dalla resistenza in area 1.290 circa. Per chi non è in posizione è consigliabile un comportamento attendista fino al raggiungimento del target sopra indicato


FOCUS SUL FTSE-MIB

 

Il nostro indice a conferma della fase di Risk-Off chiude l’ottava rompendo il supporto strategico in area 17.250 punti

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in ipervenduto

Divergenze: nessuna divergenza/logica divergenziale di rilievo

Resistenze e Supporti: supporto in area 15.900 circa

Operatività e target: la rottura dell’importante supporto in area 17.250 punti indicherebbe un target posto in area 15.900/16.000 punti circa. Da verificare nelle prossime sedute la conferma del deciso break out del supporto avvenuto in chiusura della scorsa ottava


AGENDA MACRO (Fonte:www.investing.com)