RISK-ON/OFF – Settimana N. 35 – dal 29 al 02 Settembre 2016


REPORT RISK-ON/OFFSettimana n. 35 – 29 Agosto 2016

Disclaimer
I contenuti rappresentati in queste pagine non costituiscono servizio di consulenza finanziaria né sollecitazione al pubblico risparmio. Poiché le indicazioni riportate vengono fornite con scopi meramente informativi, si declina qualsiasi tipo di responsabilità a carico degli autori per le eventuali conseguenze negative che dovessero derivare da un’operatività fondata sulla loro osservanza. È possibile che chiunque partecipi alla redazione di queste pagine sia direttamente interessato all’andamento dei mercati analizzati. Per quanto venga posta la massima attenzione all’esattezza di quanto pubblicato, non si può escludere l’assenza di errori su quanto elaborato manualmente, su quanto generato direttamente da prodotti on-line e off-line, su dati e quotazioni utilizzati e/o esposti. Non è possibile, inoltre, effettuare alcuna forma di controllo sulla veridicità e attendibilità di notizie/report riportati nelle varie sezioni. L’utilizzo dei dati e delle informazioni come supporto di scelte di operazioni di investimento è a completo rischio dell’utente, che deve essere assolutamente consapevole della pericolosità insita nelle operazioni sui mercati finanziari e sul forex in particolare.


Market overview

Il quadro Intermarket globale analizzato su time frame Daily restituisce la consueta intercorrelazione tra gli Asset che reputiamo i più significativi come il Gold, EURUSD, USDJPY e Dax30/SP500 per meglio interpretare ed intercettare le fasi di Risk-ON di medio-breve.
Lo scorso venerdì in chiusura di ottava, abbiamo seguito in diretta webinar con Pietro Paciello Business Development di Tier1fX il discorso della numero uno della Fed Janet Yellen sulle decisioni di  politica monetaria USA in termini di aumento dei tassi di interesse.
Al momento, a fronte della costante e consolidata performance del mercato del lavoro oltre che per le previsioni per l’attività economica e l’inflazione, la Fed dichiara che si sia rafforzata negli ultimi mesi il presupposto per un rialzo dei tassi in futuro ma che di fatto nessuna tempistica di intervento è stata pianificata a meno di ipotesi entro fine 2016


 

TABELLA DINAMICHE RISK-ON/OFF

 

Tabella di riepilogo degli Asset Majors inseriti nel contesto Intermarket con valutazione delle evidenze di analisi tecnica & PDT-Pattern (Paciello Divergence Trading).

Tab. Risk-ON-OFF_Wk 35

 

 

 

 

 

 

 

 

 


EURUSD

L’EURUSD, che ricordiamo è il cross più liquido del Mercato mondiale del forex, ha testato il Liv  significativo di 61,8% segnalato nello scorso Report in area 1,1330-40 nonché vecchia resistenza dinamica ascendente di lungo periodo per poi essere respinto con forza a ribasso in concomitanza del discordo della FED Janet Yellen confermando la fase di Risk-ON dei Mercati Mondiali

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in corso di rottura a ribasso della “0line”

Divergenze: divergenza pura ribassista al lavoro

Resistenze e Supporti: in evidenza il riferimento della Resistenza dinamica di medio periodo posta in area 1.12040 e il Liv di 38,2% in area 1.1180

Operatività e target:  raggiunto così  il target dopo allungo ribassista in area 1,1180-1,12 coerentemente con l’affondo del Gold di 1330 $/Oncia, l’eventuale ritracciamento sui Liv sopra citati darebbero l’opportunità a chi fosse flat di posizionarsi Short con target verso area 1.1030 di contro solo chiusure  sopra 1,1370 muterebbero lo scenario attuale

EURUSD_Report_D1

 

 

 

 

 

 


USDJPY

Per il USDJPY precisa la tenuta dell’importante base supportiva in area 99,70 $ e relativa resistenza dinamica di medio-lungo periodo e nel contempo il Nikkey proiettato sul Settimanale a 17600pti

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in corso la rottura rialzista della “0” line

Divergenze: nessuna divergenza o logica divergenziale

Resistenze e Supporti: Supporto dinamico di lungo periodo in area 99.70 $

Operatività e target: raggiunto con altrettanto precisione il primo Target segnalato in area 101,80, per chi non avesse posizioni in portafoglio l’eventuale ritracciamento darebbe un’opportunità per l’accumulo verso il target obiettivo in area 103,50 coerentemente con la Fase Risk-ON degli Indici Azionari Mondiali di contro un nuovo arretramento del Cross con chiusura Daily sotto 99,70 muterebbe l’attuale scenario

 

USDJPY_Report_D1

 

 

 

 

 

 

 


S&P 500

Per l’Indice USA si registra un arretramento di ca 30 pti/Indice dai Max storici, come segnalato nello scorso Report, in area 2193 $ e lo scenario rimane sostanzialmente invariato dalla scorsa ottava evidenziando però un  box di compressione di 30-40 pti dai Max storici implicita pertanto la consueta prudenza sia nello short Selling che in Accumulo.

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI rottura ribassista in corso della “0line”

Divergenze: divergenza ribassista al lavoro

Resistenze e Supporti: si rileva box di compressione prezzi di ca 30-40 pti/Indice inserito in un contesto rialzista quindi ipotizzabile nuovamente il Test del Top del wedge, resistenza dinamica di breve, ipotizzato in area 2190 pti

Operatività e target: l’Indice è inserito in uno scenario fortemente rialzista pertanto ogni ritracciamento (alert per divergenza ribassista al lavoro) più o meno profondo andrebbe Accumulato a patto che si mantengano le consuete dinamiche di correlazione Intermarket e livelli chiavi sugli altri Indici e Cross valutari con view di breve-medio periodo

 

US500_Report_D1

 

 

 


DAX 30

Anche per l’Indice di Francoforte, come per il SP500, si registrano durante l’ultima ottava oscillazioni entro un box di compressione quotazioni di ca 200 pti  e come segnalato in precedenza è in corso di formazione l’ipotesi di Pull-back in zona 10450-500 di continuazione del Trend Long di Medio-periodo in prossimità della Resistenza dinamica di Lungo periodo

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori:CCI in corrispondenza della “0line” – ALERT –

Divergenze: nessuna logica o divergenza

Resistenze e Supporti: al di sopra della Resistenza dinamica posta in area 10450-10500 pti, non escludiamo un eventuale Pull-back di continuazione del Trend rialzista

Operatività e target: per chi fosse Flat si raccomanda l’accumulo solo se le quotazioni si mantengono sopra tale Liv e in caso di spinta rialzista con target obiettivo in area 10980pti coerentemente con la Fase di Risk-ON in correlazione con EURUSD & GOLD a ribasso mentre ritorni con chiusure Daily sotto 10450 muterebbe lo scenario di breve

Ger30_Report_D1

 

 

 

 

 

 

 


OIL

Come segnalato dagli scorsi Report e ribadito dal nostro Pietro Paciello,  la quotazioni del Petrolio nel range tra i 40 e i 60 $/Barile non destano preoccupazione all’Economia legata a questa materia prima e pertanto ha perso il ruolo di Market mover

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori:CCI al di sopra della “0line”

Divergenze: nessuna logica o divergenza

Resistenze e Supporti:al di sopra della resistenza dinamica di più lungo periodo (2014) si nota l’ipotesi di pull-back per un ulteriore spinta rialzista con target obiettivo i 49,70 $

Operatività e target: per chi fosse Flat si consiglia l’accumulo solo con chiusure al di sopra di 47,50 $ in H4/D1 di contro attenzione alle prese di beneficio al di sotto di 47,5 $ e in caso di ulteriore debolezza con chiusure al di sotto di 47 con accelerazioni sotto i 46 $

XTIUSD_Report_D1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


GOLD

 

Bene rifugio quale migliore Market Mover e come segnalato più volte confermiamo l’estrema correlazione positiva con l’EURUSD e quindi inversamente con il USDJPY; respinti I vari tentativi di violare la Resistenza dinamica di breve posta in area 1367 $/Oncia

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori: CCI in corso break out ribassista “0line”

Divergenze: nessuna divergenza

Resistenze e Supporti: ottava che vede chiusure al di sotto della Resistenza dinamica di medio-breve che ipotizziamo da inizio di Giugno in area 1358 $

Operatività e target: vista la debolezza auspichiamo come primo target ribassista al liv del 38,2% in area 1310 $ mentre lo scenario rialzista si ripeterebbe con chiusure al di sopra di 1365 $

GOLD_D1_Report

 

 

 

 

 

 

 


FOCUS SUL FTSE-MIB

Come per il Dax30, anche il nostro Indice consolida la fine ottava al di sopra dei 16800 pti ed è in corso di formazione l’ipotesi di Pull-back da zona 16500 pti  in prossimità della Resistenza dinamica di Lungo periodo

Livelli e configurazioni tecniche

Oscillatori ed indicatori:CCI al di sopra della “0” line

Divergenze:nessuna logica o divergenza

Resistenze e Supporti:  è auspicabile, dopo fisiologiche prese di beneficio, ipotesi di pull-back dalla resistenza dinamica di lungo periodo posta in area 16500 pti per nuova spinta rialzista

Operatività e target: ostico il Liv chiave di 17000 pti e soglia psicologica (50% di Fibo) in caso di accumulo e successivo target obiettivo il 61,8% in area 17500; di contro solo ritorni con chiusure al di sotto di area 16300 pti muterebbe il quadro già delicato dell’Indice di casa nostra appesantito dai Bancari.

ITA40_Report_D1

 

 

 

 

 

 

 

 


 

AGENDA MACRO (Fonte:www.investing.com)

Agenda Macro_Wk 35